Un’estate al mare.

Ho dimenticato il mio libro. Ci sono gli ombrelloni aperti, i lettini a strisce bianche, gialle e arancio, l’omino con gli occhi a mandorla che urla “Masagio?”, poi c’è il sole caldo, il mormorio del mare in sottofondo, voci di[…]

Fattore di protezione

Me lo ricordo quand’ero piccola, al mare, l’impazienza di fare il bagno con i miei fratelli, l’inseguimento di mia madre in spiaggia “prima del bagno mettiamo la crema”: fattore 50, naso, spalle, gambe, braccia, guace, occhi, bocca, lingua 🙄, uno[…]

Considerazioni tardive…

Ieri ho fatto l’esame alla Signora Rita, settant’anni d’età e le tette grandi…insomma, quando le ho fatto scoprire il petto mi ha guardata per un po’ e poi sorridendo mi ha detto:” Eheh, Dottoressa, a chi tutto e a chi[…]

I treni che passano…

Accadde ieri, accade oggi, accadrà domani. I treni che passano sono solo quelli per cui abbiamo scelto di non arrivare in orario, sono quelli che passandoti accanto ad alta velocità ti lasciano solo una brutta sensazione di vuoto d’aria, te[…]

Del mattino…

A me, del mattino, piace solo il silenzio, l’aroma del caffè che non fa domande, l’aria freschina in terrazza, gli uccelli che si godono l’alba sui tetti rossi, le nuvole giallo rosa, le fusa della gatta sfuggenti intorno alle mie[…]

Margherita

Ho preso 4 foglioline lisce, verdi e profumatissime dalla mia piantina di basilico coltivata con Amore in terrazza ed ho combinato un incontro romantico con l’impasto della pizza vestita di rosso pomodoro fatto con le mia mani. Ho invitato pure[…]

La prima volta.

Dovremmo vivere sempre di prime volte. Tutti i giorni come la prima volta. Dovremmo svegliarci tutti i giorni come se fosse il primo giorno di scuola, con l’entusiasmo di un bambino che indossa il suo nuovo grembiule stirato e la[…]

Giovanile

“Signor P. abbiamo finito per ora, si può alzare, ci rivediamo tra due ore e mezza, durante le quali Lei deve bere almeno mezzo litro d’acqua….” 👤:” Dottoressa, mi da del Lei, devo iniziare a preoccuparmi? Sono così vecchio?” “Ma[…]

Il Futuro

In stazione a Bologna, nella sala d’aspetto, dove trovi il monumento della strage di Bologna del 2 Agosto 1980 e l’angolo della stanza delle coccole, c’erano due persone che animatamente si accordavano tra loro su una frase motivazionale che avrebbero[…]